Alici marinate all'arancia e pepe rosa con carpaccio di carciofi e farro cucinato a fuoco spento
Alici marinate all'arancia e pepe rosa con carpaccio di carciofi e farro cucinato a fuoco spento

Alici marinate all'arancia e pepe rosa con carpaccio di carciofi e farro cucinato a fuoco spento

Piatti completi

Questo piatto, all’apparenza complesso, è in realtà una cena completa che puoi preparare senza l’uso di strumenti elettrici e quasi “senza fuoco”! Eco friendly anche nella scelta del pesce azzurro, degli ortaggi di stagione e di quella dimensione “slow”, che significa, una volta tanto, riscoprire e gustare il piacere di fare le cose con cura e con tutto il tempo che serve per trasformare la materia, più sintonia con i ritmi naturali. Va da sé servire questo piatto a lume di candela e magari per una persona speciale...

Autore: Mangianatura, Roberta Colombini

Per quante persone
2 persone
Tempo di preparazione
90 minuti
Tempo di cottura
5 minuti
Ingredienti
12
Difficoltà
Media

Note aggiuntive

Due ore di marinatura

Per velocizzare la preparazione

Spesso si trovano in vendita alici già eviscerate e diliscate, in questo caso il tempo di preparazione scende a 60 minuti. Puoi chiedere al tuo pescivendolo di fiducia di preparare al posto tuo le alici marinate all'arancia e pepe rosa! In alternativa puoi acquistarle già pronte, ma SOLO se ti garantisce di averle preparate fresche con le sue mani e che non si tratti invece di un prodotto industriale, che verosimilmente sarebbe preparato con ingredienti di scarsa qualità e addizionato di conservanti. Se avrai acquistato alici già marinate alla maniera tradizionale, potrai condirle con l'emulsione di arancia e pepe con maggiore anticipo, in modo che abbiano il tempo di aromatizzarsi.

Ingredienti

Acciughe o alici
150 g, freschissime
Farro perlato
120 g
Broccoli
60 g
Carciofi
2
Aceto di mele
3 cucchiai
Limoni
2
Arance
2
Prezzemolo fresco
1 cucchiaio
Pepe rosa
1 cucchiaino, in grani
Olio di oliva extra vergine
qb
Sale marino integrale fino
4 pizzichi
Aglio
1 spicchio

Nutrienti per porzione

  • Proteine 20 %
  • Lipidi 44 %
  • Glicidi 36 %
  • Energia 492 kcal
  • Proteine 24.7 g
  • Lipidi 23.7 g
  • Carboidrati disponibili 47.7 g
  • W3 Totale 0.77 g

Fasi della ricetta

  • 1

    Se non hai acquistato alici già eviscerate e diliscate, procedi in questo modo per prepararle alla marinatura: stacca la testa del pesce tirandola verso la pancia, in modo da rimuoverne anche le interiora. Apri a libro scorrendo con un dito lungo un lato della lisca quindi rimuovi anche questa, staccandola in corrispondenza della coda. In questo modo le alici si dovrebbero aprire senza dividersi a metà.

  • 2

    Lava accuratamente ciascuna alice sotto l’acqua corrente (modula il getto per evitare di danneggiarle), poi asciugale tamponando con carta da cucina o un con canovaccio pulito. Sala leggermente in superficie e lascia riposare mentre prepari la marinata.

  • 3

    Per la marinata: versa in una coppetta 4 cucchiai di olio, 3 di aceto di mele, il succo di mezzo limone e il succo di mezza arancia. Emulsiona battendo con una forchetta poi aggiungi un cucchiaio di prezzemolo tritato.

  • 4

    In un largo recipiente di vetro o di ceramica versa una parte della marinata; disponi sopra le alici, ben accostate le une alle altre, quindi ricopri con la restante marinata, qualche grano di pepe rosa e l’aglio tagliato a fettine sottili (se ami i sapori decisi puoi anche spremerlo o schiacciarlo e mescolarlo direttamente alla marinata). Se il tuo recipiente non è sufficientemente grande per accogliere tutti i pesci in uno strato unico, procedi a strati, irrorandone ciascuno con un po’ di marinata. L’importante è che tutto il pesce risulti ben coperto dalla marinata. Se così non fosse, preparane ancora un po’ e aggiungila, fino a non vedere più affiorare le alici. Lascia riposare in frigorifero per un paio d’ore almeno.

  • 5

    Pesa il farro in una caraffa o bicchiere dosatore e ricordane il livello, oppure misuralo in bicchieri o tazzine (questa operazione serve perché dovremo successivamente cuocerlo con una quantità di acqua uguale in volume). Versa il farro in un colino e lavalo rapidamente sotto l’acqua corrente, quindi raccoglilo in una ciotola e lascialo in ammollo, ricoperto d’acqua, per un’ora.

  • 6

    Nel frattempo prepara i carciofi, eliminando le foglie esterne e dure e le punte (che avrai cura di conferire alla raccolta degli scarti vegetali in modo che possano trasformarsi in concime e alimentare così la terra). Conserva solo i cuori. Prepara una terrina con un po’ di acqua e il succo di mezzo limone. Taglia a metà i cuori di carciofi e tuffali subito nell’acqua acidulata per evitare che anneriscano. Prepara un’emulsione di olio e limone in parti uguali (utilizza all’incirca mezzo limone), aggiungi un po’ di prezzemolo e pepe se graditi. Preleva i mezzi carciofi uno ad uno, elimina le eventuali barbe centrali poi taglia a fette sottili e condisci con l’emulsione. Pela al vivo un’arancia, tagliala a metà nel senso della lunghezza quindi affettala sottilmente a raggiera. Disponi le fettine ottenute sui carciofi e lascia marinare per una mezz’ora o più.

  • 7

    Pulisci e riduci a piccoli tocchetti il broccolo (questa ricetta attenta al risparmio, mi dà l’opportunità per farti scoprire o ricordarti che anche il gambo del broccolo si può mangiare: non buttarlo quindi, ma elimina solo la parte esterna, e utilizza invece il cuore, buono e dolcissimo!)

  • 8

    Trascorso il tempo di ammollo, scola il farro e mettilo a cuocere in un tegame con una quantità d’acqua pari al suo volume (che avevi misurato al momento dell’ammollo). Dal momento in cui inizia a bollire, metti un pizzico di sale e calcola 4 minuti di cottura. Quindi aggiungi i broccoli, attendi che riprenda il bollore, copri bene con il coperchio e spegni subito il fornello. Lascia riposare per 15 minuti senza mai aprire la pentola; al termine di questo tempo il tuo farro risulterà perfettamente cotto. Unisci un cucchiaio di olio extravergine di oliva spremuto a freddo mescolando delicatamente.

  • 9

    Nel frattempo prepara un’emulsione con il succo di mezza arancia, il succo di mezzo limone e tre cucchiai di olio extravergine di oliva spremuto a freddo. Disponi le alici sui piatti individuali, sgocciolate dalla marinata. Irrora con l’emulsione all’arancia e distribuisci qualche grano di pepe rosa fresco. Lascia riposare ancora finché il farro sarà pronto.

  • 10

    Completa i piatti individuali a tuo piacimento con una parte di farro ai broccoli e una parte del carpaccio di carciofi all’arancia. Spegni tutte le luci e porta in tavola a lume di candela.

Nutrizione


ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito/app sono presentate a solo scopo informativo ed in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di determinati alimenti o ricette, si consiglia di contattare il proprio medico.


Sana Cucina è un progetto di Embory ltd - London. Sito e app a cura di DM Digital

Copyright © 2017 Cookies & Privacy Policy