Crostata di mandorle con cioccolato e cranberries su crema di mele (senza glutine)
Crostata di mandorle con cioccolato e cranberries su crema di mele (senza glutine)

Crostata di mandorle con cioccolato e cranberries su crema di mele (senza glutine)

Dessert

Un dolce che ci fa sentire in festa semplicemente guardandolo, bello quanto buono e sano. Fatto solo con ingredienti integri e pregiati, come le mandorle e i cranberries, questo dolce ha tutto il gusto della natura. Senza glutine, senza zuccheri raffinati, senza latticini, senza uova, ma con tanta frutta fresca e secca, un dolce che ci coccola aiutandoci a tenere sotto controllo la glicemia. Proponetelo a Natale alla vostra famiglia, sara' gradito da grandi e piccini!

Autore: bye-bye salsiccia by Fabiana Toni

Per quante persone
10 persone
Tempo di preparazione
40 minuti
Tempo di cottura
20 minuti
Ingredienti
11
Difficoltà
Media

Note aggiuntive

+ ca. 3 ore di raffreddamento (per la base della torta ca. 2 ore e per la crema ca. 1 ora ) / Per gli amanti del cioccolato amaro, il cioccolato 70% può essere sostituito da un cioccolato al 92% (ancora meglio per evitare i picchi glicemici).

Per velocizzare la preparazione

Si può utilizzare la farina di mandorle per risparmiarsi di tritarle.

Ingredienti

Mandorle
200 g
Albicocche secche
80 g
Bevanda di mandorle
ca. 200 ml
Mele
2 (ca. 300 grammi, meglio biologiche)
Vaniglia in polvere
1/8 di cucchiaino
Buccia grattugiata di limone
1/2
Agar agar
1 cucchiaino, in polvere
Cranberry
80 g ca.
Cioccolato fondente 70%
100 g
Crema di mandorle
q.b.
Olio di oliva extra vergine
25 ml

Nutrienti per porzione

  • Proteine 10 %
  • Lipidi 60 %
  • Glicidi 30 %
  • Energia 230 kcal
  • Proteine 5.7 g
  • Lipidi 14.7 g
  • Carboidrati disponibili 19 g
  • Fibra totale 6 g
  • Potassio 339 mg
  • Fosforo 144 mg

Fasi della ricetta

  • 1

    Per la base: tritare finemente le mandorle in un robot da cucina, aggiungendo successivamente le albicocche secche e 25 ml di olio di oliva. Compattare l'impasto in una pallina e pressarla tra due fogli di carta da forno stendendola con un mattarello fino ad ottenere uno spessore di mezzo centimetro.

  • 2

    Sollevare il foglio di carta superiore, posizionare l'impasto su una teglia di 24 cm e sistemare i bordi appiattendoli e compattandoli con le dita, poi cuocere in forno già caldo a 175 gradi per circa 10-12 minuti. Lasciare raffreddare molto bene.

  • 3

    Per la crema: frullare le mele (con buccia) insieme a 200 ml di bevanda di mandorla, versare il tutto in un pentolino e aggiungere l'essenza di vaniglia e la buccia di limone grattugiata. In un contenitore a parte sciogliere l'agar-agar in ca. 20 ml di acqua a temperatura ambiente.

  • 4

    Portare ad ebollizione il frullato di mele, aggiungere l'agar-agar sciolto e 65 g di cranberries. Lasciare sul fuoco per altri 2 minuti. Spento il fuoco lasciare raffreddare il composto controllando che la consistenza sia ancora morbida (attenzione quindi a non aspettare troppo a lungo!)

  • 5

    Per la copertura: sciogliere a bagno maria il cioccolato riducendolo prima in piccoli pezzi, facendo molta attenzione che l'acqua non schizzi nel cioccolato. 7-10 minuti per questa operazione dovrebbero bastare. Versare la cioccolata sciolta sulla torta e distribuirla inclinando la torta e facendola ruotare lentamente.

  • 6

    Prima che il cioccolato si solidifichi fare 3 cerchi concentrici con la crema di mandorle aiutandosi con un cucchiaino. Sempre col cucchiaino incidere delicatamente la torta a raggera partendo dal centro verso l'esterno in modo da deformare i cerchi concentrici.

  • 7

    Distribuire irregolarmente i restanti cranberries riempiendo in particolare il centro della torta. Lasciare raffreddare completamente e servire.

Note conclusive

Consiglio: La crema di mandorle da utilizzare dovrebbe avere la consistenza dello yogurt. Nel caso in cui la consistenza della crema di mandorle a disposizione fosse più solida la si può diluire con un po' di olio dal sapore delicato. 


Nota nutrizionale: L'agar-agar è un addensante di origine vegetale che ha anche proprietà antiossidanti. Un ottimo sostituto quindi della colla di pesce o gelatina. Quest'ultima infatti contiene grassi animali, ma la maggior parte di noi non è proprio consapevole di questo. Questo ingrediente della tradizione macrobiotica ci può aiutare ad ottenere una consistenza pari a quella della crema pasticcera senza l'utilizzo delle uova. In questo particolare caso, addensare un frullato di mele, già dolci di per sé, consente di ottenere una crema naturalmente dolce senza aggiunta di alcuno zucchero raffinato ne' sciroppi di alcun tipo (d'agave, d'acero, di riso etc.).

Nutrizione


ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito/app sono presentate a solo scopo informativo ed in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di determinati alimenti o ricette, si consiglia di contattare il proprio medico.


Sana Cucina è un progetto di Embory ltd - London. Sito e app a cura di DM Digital

Copyright © 2017 Cookies & Privacy Policy