Tortelli di zucca, ceci e funghi al rosmarino
Tortelli di zucca, ceci e funghi al rosmarino

Tortelli di zucca, ceci e funghi al rosmarino

Primi, Piatti completi

Ebbene sì, la pasta fatta in casa può essere totalmente vegetale anche a Natale! Questa versione dei tortelli alla zucca è una esplosione di sapore e nutrimento che non deluderà neppure gli amanti della versione tradizionale. Per chi ama sperimentare e cambiare questa è un'idea da provare, soprattutto in un'occasione speciale.

Autore: bye-bye salsiccia by Fabiana Toni

Per quante persone
6 persone
Tempo di preparazione
90 minuti
Tempo di cottura
50 minuti
Ingredienti
15
Difficoltà
Difficile

Note aggiuntive

+30 minuti per la disidratazione della zucca, 15 minuti per la cottura dei funghi e 10 minuti per l'olio con la salvia / Ingredienti per un totale di ca. 45 tortelli (7-8 a testa) / La farina di miskiglio può essere di difficile reperibilità, eventualmente sostituirla con della farina integrale di grano antico.

Per velocizzare la preparazione

Il ripieno può essere preparato in anticipo e conservato in frigorifero. È possibile prepararli in anticipo e congelarli (in questo caso il tempo di cottura si allungherà di 2 minuti)

Ingredienti

Semola rimacinata di grano duro
225 g (preferibilmente di grano antico)
Farina di Miskiglio
25 g
Acqua
125 ml ca.
Zucca delica
300 g già cotta (ca. mezza zucca)
Ceci
110 g già cotti
Aglio
3 spicchi
Rosmarino fresco
2 rametti
Funghi champignon o prataioli
225 g (tipo bruno)
Noci
100 g
Noce moscata
q.b.
Sale marino integrale fino
1 pugnetto (ca. 5 g)
Olio di oliva extra vergine
ca 60 ml
Curcuma in polvere
mezzo cucchiaino
Funghi porcini secchi
10 g
Salvia fresca
12-14 foglie

Nutrienti per porzione

  • Proteine 11 %
  • Lipidi 48 %
  • Glicidi 41 %
  • Energia 393 kcal
  • Proteine 10.6 g
  • Lipidi 21 g
  • Carboidrati disponibili 43 g
  • Fibra totale 4 g
  • Potassio 620 mg
  • Ferro 3 mg

Fasi della ricetta

  • 1

    Mettere i funghi porcini secchi in ammollo in mezzo bicchiere di acqua calda. Dopo circa 30 minuti scolarli, strizzarli e tagliarli a piccoli pezzetti. Mettere da parte.

  • 2

    Durante l'ammollo dei funghi porcini, tagliare la zucca a spicchi e privarla dei semi. Metterla in forno preriscaldato a 180 gradi coperta con un foglio di alluminio per 30 minuti. Poi staccare la polpa dalla buccia e mettere da parte.

  • 3

    Mentre la zucca si cuoce in forno tagliare i funghi a fettine, poi ulteriormente a quadrettini e saltarli in padella con l'olio, i funghi porcini a pezzetti, uno spicchio l'aglio ed un rametto di rosmarino per 10 minuti circa o in ogni caso finche' abbiano rilasciato tutta le oro acqua. Togliere il rametto di rosmarino e l'aglio, spegnere e mettere da parte.

  • 4

    Su di un tagliere tritare finemente il restante aglio e rosmarino e versare in una ciotola capiente. Successivamente tritare le noci finemente con un robot da cucina, poi aggiungere i ceci, la zucca e frullare bene fino ad ottenere una crema omogenea. Unirla al trito di aglio e rosmarino freschi, aggiungere un pugnetto di sale ed una buona macinata di noce moscata fresca. Amalgamare e mettere da parte.

  • 5

    Impastare le due farine e la curcuma usando 125 ml di acqua tiepida e aggiungerne altra se questo risulterà necessario. Una volta ottenuto un panetto omogeneo, stendere l'impasto con il mattarello o usando una macchina per stendere la pasta (in questo modo sarete sicuri che lo spessore sia sempre lo stesso).

  • 6

    Con un coppapasta, ritagliare dei cerchi e con l'aiuto di un cucchiaino farcite ogni disco con una noce di ripieno (ca. 10-12 g).

  • 7

    Ripiegare ogni cerchio di impasto su se stesso creando una mezza luna. Sigillare bene i bordi unendo le estremità premendoli bene con le dita per assicurarsi che siano ben chiusi. Poi con pollice e indice, ripiegare i bordi dell'impasto verso l'interno e unirne le estremità.

  • 8

    Ripetete l'operazione fino a esaurimento del ripieno e dell'impasto. Possibilmente riponeteli su di un vassoio apposito per asciugare la pasta, ovvero con un telaio in rete alimentare alla base.

  • 9

    Mettere una pentola con abbondante acqua sul fuoco e portare a ebollizione. Nel frattempo fare insaporire a fuoco lento un po' di olio (ca. 3 cucchiai) in un pentolino con uno spicchio d'aglio e qualche rametto di salvia fresca fino a che la salvia risulterà croccante. Mettere da parte e ungere con un filo d'olio una pirofila.

  • 10

    Quando l'acqua avrà raggiunto il punto di ebollizione, salare con un pugnetto di sale grosso marino integrale e buttare i tortelli, il più possibile contemporaneamente. Dopo 4 minuti estrarli con un colino.

  • 11

    Adagiarli nella pirofila e fare i piatti insaporendo e decorando con l'olio e la salvia croccante. Per una porzione considerate 7-8 tortelli.

Note conclusive

Consiglio: Per evitare che i tortelli si attacchino durante la cottura aggiungere all'acqua un filo d'olio. Inoltre è possibile anche conservare questa pasta in congelatore. In questo caso, cuocerli buttandoli nell'acqua bollente senza prima scongelarli e allungare la cottura di un paio di minuti.

 

Curiosita': Il miskiglio – ovvero “miscuglio” - non è altro che una farina mista di cereali e legumi, precisamente orzo, fave e ceci, tipico dell'Italia del Sud. Questo “miscuglio” nel passato veniva unito alla farina per “allungarla” un po’ visto che i cereali scarseggiavano mentre i legumi abbondavano. Connubio interessante questo perché rispondeva ad un problema pratico: la mancanza di cibo in generale, ma anche la mancanza di carne, che una volta non si trovava sulle nostre tavole ogni giorno, come spesso succede oggi. Il miskiglio, insieme ai ceci del ripieno, arricchisce di proteine vegetali questa pasta che per questa ragione potrebbe anche venire considerata un “piatto unico” anziché un primo piatto.

 

Nota nutrizionale: L'utilizzo di un cereale integrale accompagnato da un legume, soprattutto se accompagnato da un po' di verdure, rende questo piatto un piatto completo a tutti gli effetti. I cereali ed i legumi infatti contengono degli amminoacidi che si compensano, ovvero: ingerendoli insieme abbiamo a nostra disposizione tutti gli amminoacidi base che ci consentono di costruire le proteine di cui è fatto il nostro organismo.

Nutrizione


ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito/app sono presentate a solo scopo informativo ed in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di determinati alimenti o ricette, si consiglia di contattare il proprio medico.


Sana Cucina è un progetto di Embory ltd - London. Sito e app a cura di DM Digital

Copyright © 2017 Cookies & Privacy Policy