Coniglio in rosa
Coniglio in rosa

Coniglio in rosa

Secondi

Ricetta profumata grazie alle erbe aromatiche. Stupisce perché senza grassi e, volendo, anche senza sale.

Autore: Mangianatura, Roberta Colombini

Per quante persone
4 persone
Tempo di preparazione
15 minuti
Tempo di cottura
90 minuti
Ingredienti
15
Difficoltà
Media

Note aggiuntive

La ricetta prevede una marinatura per la carne, che va da un tempo minimo di un'ora a quello ideale di 8 ore/una notte.

Per velocizzare la preparazione

Al momento di cucinarlo, sgocciola il coniglio dalla sua marinata e ponilo in una pentola a pressione, anziché nella teglia da forno, con un nuovo bicchiere di vino, le erbe rimanenti, eventualmente sminuzzate con le mani, il pepe e le bacche di ginepro leggermente schiacciate perché sprigionino meglio il loro aroma. Cuoci il coniglio in pentola a pressione per ½ ora circa. Nel frattempo porta in temperatura il forno. Trascorso il tempo previsto per la cottura in pressione, spegni il fuoco, apri la valvola della pentola e lascia sfiatare completamente il vapore. A questo punto puoi aprire il coperchio, estrarre i pezzi di carne, trasferirli in una pirofila e passare in forno per un quarto d’ora circa a rosolare.

Ingredienti

Coniglio
1 coniglio in pezzi
Vino rosato
2 bicchiari (di cui uno per la marinata)
Cipolle dorate
1 (per la marinata)
Aglio
1 grosso spicchio (per la marinata)
Pepe rosa
15 grani
Limoni
1
Timo fresco
3 rametti
Maggiorana fresca
3 rametti
Rosmarino fresco
4 rametti
Salvia fresca
6 foglie
Alloro
10 foglie
Ginepro
8 bacche
Amido di mais
1 cucchiaio (o 1 cucchiaio di farina)
Olio di oliva extra vergine
2 cucchiai (facoltativo)
Sale marino integrale fino
3 pizzichi (facoltativo)

Nutrienti per porzione

  • Proteine 58 %
  • Lipidi 39 %
  • Glicidi 4 %
  • Energia 336 kcal
  • Proteine 46 g
  • Lipidi 15 g
  • Carboidrati disponibili 3 g
  • Ferro 3 mg
  • Potassio 937 mg

Fasi della ricetta

  • 1

    Lava bene il coniglio sotto l'acqua corrente e asciugalo.

  • 2

    Taglia la cipolla in grossi tocchetti, sbuccia l'aglio e schiaccialo leggermente, spezzetta con le mani due rametti di rosmarino e 4 foglie di alloro.

  • 3

    Disponi la carne all'interno di un recipiente di vetro e ricoprili con la cipolla, l’aglio e le erbe che hai preparato, irrora con il succo di mezzo limone e un bicchiere di vino. Quindi lascia marinare da un'ora a tutta una notte.

  • 4

    Al momento di cucinarlo, sgocciola il coniglio dalla sua marinata e riponilo nella teglia da forno con un nuovo bicchiere di vino, le erbe rimanenti, eventualmente sminuzzate con le mani, il pepe e le bacche di ginepro leggermente schiacciate perché sprigionino meglio il loro aroma.

  • 5

    Cuoci in forno a 180° per un'ora e mezza circa (due e mezza se il coniglio è ruspante). Se ti è possibile, abbi cura di aprire il forno tre o quattro volte durante la cottura e bagnare in superficie i pezzi di carne con il liquido di cottura, oppure di rigirarli.

  • 6

    Una volta cotto estrai il coniglio dalla teglia e disponilo in una pirofila o un piatto da portata che possa andare in forno. Poni nuovamente in forno (puoi anche spegnerlo) a rosolare, mentre prepari la salsa.

  • 7

    Versa il liquido di cottura in un pentolino, filtrandolo attraverso un colino, aggiungi il sale e addensa sul fuoco con la farina o l'amido di mais, facendo sobbollire per un paio di minuti. (NB: per evitare la formazione di grumi, sciogli bene la farina in un paio di cucchiai di acqua prima di versarla nel liquido caldo) Spegni il fuoco e condisci con l'olio a crudo, e succo di limone. Mescola energicamente. Versa la salsa sui pezzi di carne e lascia riposare in forno spento per una decina di minuti prima di servire, in modo da insaporire meglio.

Note conclusive

Trucchi di benessere Scegli sempre carne da allevamento biologico o, ancor meglio, serviti da un contadino di fiducia, accertandoti che non pratichi allevamento intensivo, ma che si prenda cura personalmente degli animali. In questo modo mangerai carni sane, non contaminate da antibiotici o sostanze chimiche, provenienti da animali che hanno condotto un’esistenza quantomeno dignitosa, se non felice. E se hanno avuto la fortuna di vivere liberi o di ricevere un’alimentazione davvero naturale, avranno sviluppato nelle loro carni anche un’elevata quota di acidi grassi omega 3. Le erbe aromatiche sono ideali per dare sapore ad ogni piatto se vogliamo o dobbiamo ridurre il sale. Ma sono comunque utili sempre al nostro benessere, in quanto in generale antisettiche, antinfiammatorie e digestive.

Nutrizione


ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito/app sono presentate a solo scopo informativo ed in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di determinati alimenti o ricette, si consiglia di contattare il proprio medico.


Sana Cucina è un progetto di Embory ltd - London. Sito e app a cura di DM Digital

Copyright © 2017 Cookies & Privacy Policy