Gelato di yogurt alle more con granola e crema di mandorle
Gelato di yogurt alle more con granola e crema di mandorle

Gelato di yogurt alle more con granola e crema di mandorle

Dessert, Prima colazione e spuntino

Un nuovo modo di concepire lo yogurt a colazione: fresco e colorato, adatto per l'estate, questo gelato senza glutine e naturalmente dolce e' un modo allegro di iniziare una giornata all'insegna del relax, o, per chi non sa rinunciare al dolce, per concludere una cena in compagnia.

Autore: bye-bye salsiccia by Fabiana Toni

Per quante persone
5 persone
Tempo di preparazione
15 minuti
Tempo di cottura
12 minuti
Ingredienti
12
Difficoltà
Facile

Note aggiuntive

+ tempo di attesa per il congelamento dello yogurt e delle more

Per velocizzare la preparazione

La granola può essere preparata in anticipo e conservata preferibilmente in un barattolo di vetro.

Ingredienti

Mandorle
40 g
Macadamia
40 g
Miglio decorticato
100 g
Grano saraceno decorticato
100 g
Cannella
1/2 cucchiaino
Sciroppo d'acero
1 cucchiaio
Yogurt intero, non zuccherato
450 g
More
250 g
Buccia grattugiata di limone
1/2 limone
Succo di mela
60 ml
More di gelso disidratate
40 g
Crema di mandorle
5 cucchiaini

Nutrienti per porzione

  • Proteine 13 %
  • Lipidi 33.3 %
  • Glicidi 53.5 %
  • Energia 300 kcal
  • Proteine 10 g
  • Lipidi 11 g
  • Carboidrati disponibili 43 g
  • Total ORAC 4440 µmolTE
  • Calcio 173 mg
  • Potassio 471 mg
  • Magnesio 203 mg

Fasi della ricetta

  • 1

    Mettere le more e lo yogurt in freezer, possibilmente in contenitori di vetro.

  • 2

    Mischiare tutti gli ingredienti secchi in una ciotola, aggiungere lo sciroppo d'acero e mescolare nuovamente. Adagiare su teglia da forno precedentemente coperta da carta da forno e cuocere per circa 12-14 minuti a 175 gradi, girando il composto di tanto in tanto. Fare raffreddare.

  • 3

    Estrarre dal freezer lo yogurt e mettere la base del contenitore a contatto con acqua calda. Rovesciarlo su un tagliere e tagliarlo in cubettoni. Inserire lo yogurt, le more congelate e la buccia grattugiata del limone in un frullatore (bimby in questo caso) e azionare alla velocità massima. Dopo circa 20 secondi aggiungere dal foto il succo di mela e continuare a frullare fino ad ottenere la consistenza del gelato. Fermarsi e spatolare all'occorrenza.

  • 4

    Assemblare a strati il gelato, la granola, i gelsi secchi, decorando con crema di mandorle a piacere.

Note conclusive

Questo gelato e' un modo diverso di far variare i cereali in tavola ai bambini. Al miglio e al grano saraceno potrebbe venire affiancata la quinoa, ad esempio, e per cio' che concerne la granola, anche la frutta secca a guscio potrebbe venire sostituita da altri tipi e/o affiancata da semi oleaginosi. Variare, variare, variare. Non stanchiamoci mai di falo. L'aggiunta della cannella nella granola conferisce un sapore caldo al composto, ma ha anche la funzione di regolarizzare il livello degli zuccheri nel nostro sangue. Questo e' particolarmente utile visto che la ricetta prevede l'uso dello sciroppo d'acero. Lo sciroppo d'acero e' un dolcificante naturale, per questo un ottimo sostituto dello zucchero bianco o di canna. A differenza di questi ultimi infatti ha un alto contenuto di sali minerali, ha meno calorie ed un indice glicemico più basso (non cosi' basso pero' da essere adatto a persone affette da diabete). Tuttavia e' bene ricordare che anche questo e' uno zucchero liquido. Resta un alimento ad alta densità calorica che, nell'ambito di una alimentazione bilanciata, deve essere consumato con parsimonia. Per questa ragione e' consigliato consumarlo per una colazione domenicale o in ogni caso per una occasione speciale. Nb: La crema di mandorle si può trovare in negozi specializzati e biologici.

Nutrizione


ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito/app sono presentate a solo scopo informativo ed in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di determinati alimenti o ricette, si consiglia di contattare il proprio medico.


Sana Cucina è un progetto di Embory ltd - London. Sito e app a cura di DM Digital

Copyright © 2017 Cookies & Privacy Policy