Piadina di segale integrale con lenticchie di Castelluccio
Piadina di segale integrale con lenticchie di Castelluccio

Piadina di segale integrale con lenticchie di Castelluccio

Piatti completi, Pane e affini

Una rivisitazione in chiave salutistica di uno dei più apprezzati piatti di strada della riviera romagnola, totalmente vegetale, 100% integrale e quindi a medio-basso indice glicemico. Adatto ad ogni occasione sia per i più piccoli che per i grandi.

Autore: bye-bye salsiccia by Fabiana Toni

Per quante persone
6 persone
Tempo di preparazione
30 minuti
Tempo di cottura
55 minuti
Ingredienti
13
Difficoltà
Media

Per velocizzare la preparazione

Le lenticchie possono venire preparate in anticipo, cosi' da ridurre il tempo di cottura a quello dello piadine (ca. 15 minuti). Oppure e' possibile cuocerle anche nella pentola a pressione riducendo il tempo di cottura della meta'. Ovviamente e' anche possibile utilizzare delle lenticchie gia' cotte, preferibilmente biologiche e conservate in un barattolo di vetro.

Ingredienti

Farina di segale integrale
500 g
Acqua
285 ml
Lievito naturale a base di cremor tartaro
1 bustina (17 g)
Lenticchie di Castelluccio di Norcia
200 g
Aglio
2 spicchi
Sedano
20 g
Carote
30 g
Olio di oliva extra vergine
60 ml
Basilico fresco
5-6 foglie fresche
Pomodori
1
Cavolo cappuccio a punta
ca. 150 g
Limoni
1
Sale marino integrale fino
q.b.

Nutrienti per porzione

  • Proteine 12 %
  • Lipidi 23 %
  • Glicidi 65 %
  • Energia 479 kcal
  • Proteine 15.3 g
  • Lipidi 12 g
  • Carboidrati disponibili 82.5 g
  • Fibra totale 16 g
  • Potassio 832 mg
  • Ferro 5.3 mg
  • Magnesio 168 mg
  • Acido folico 124 mcg

Fasi della ricetta

  • 1

    Mettere le lenticchie e uno spicchio d'aglio in una padella (idealmente di coccio). Portare le lenticchie a ebollizione in 500 ml di acqua, abbassare la fiamma e cuocere per circa 40 minuti. Spegnere, aggiungere un pizzico di sale e lasciare riposare.

  • 2

    Mettere in un robot da cucina il sedano, la carota ed un piccolo spicchio d'aglio. Azionare e tritare finemente. Poi aggiungere 300 g di lenticchie gia' cotte, 35 ml di olio di oliva extra vergine (meglio se spremuto a freddo), 5 o 6 foglie di basilico fresco, un pizzico di sale e azionare fino ad ottenere una crema.

  • 3

    Tagliare il cavolo cappuccio a striscione sottili, lavarlo, asciugarlo e condire con poco olio, un pizzico di sale ed il succo di mezzo limone. Tagliare il pomodoro a cubetti e mettere da parte.

  • 4

    A questo punto preparare l'impasto per le piadine: inserire la farina di segale, 60 ml di olio, l'acqua, il sale ed il cremor tartaro in un robot da cucina e impastare per circa un minuto. Estrarre e compattare sulla spianatoia. Formare un cilindro e dividerlo in 6 parti. Stenderle con l'aiuto di un matterello, infarinando la spianatoia a dovere.

  • 5

    Cuocere da entrambi i lati le piadine in una padella antiaderente ben calda, stando attenti a girarle con delicatezza.

  • 6

    Farcire con la crema di lenticchie alla base poi coprire col cavolo cappuccio, il pomodoro, un po' di lenticchie intere ed eventualmente qualche fogliolina di basilico.

Note conclusive

Questa ricetta e' ideale per un pranzo o una cena in famiglia o con amici, ma sicuramente come pranzo al sacco da portare con se' in ufficio o durante una gita fuori porta. L'utilizzo di un cereale integrale accompagnato da un legume, rende questa piadina un piatto completo a tutti gli effetti. I cereali ed i legumi infatti contengono degli amminoacidi che si compensano, ovvero: ingerendoli insieme abbiamo a nostra disposizione tutti gli amminoacidi base che ci consentono di costruire le proteine di cui e' fatto il nostro corpo. Curiosita': La farina di segale, a differenza del frumento, contiene un glutine con bassa attitudine panificatoria. Conosciuto almeno dall’Età del Bronzo, iniziò probabilmente la sua storia come pianta selvatica nei campi coltivati a orzo e frumento. E’ un alimento con notevoli proprietà nutrizionali: contiene carboidrati, proteine, sali minerali (in ordine decrescente: fosforo, potassio, magnesio, calcio, zinco, rame, manganese e ferro, equivalenti), vitamine (PP, E, B5, B1, B6) ed è ricca di fibra e di lisina, un aminoacido essenziale carente negli altri cereali. La ricchezza di fibre inoltre la rende un alimento utile per le diete mirate a una riduzione del peso corporeo infatti è meno calorica degli altri cereali. Le popolazioni che consumano in grande quantità la segale sono difficilmente afflitte da problemi cardiovascolari, infatti sembra che la segale sia in grado di fluidificare il sangue e mantenere le arterie elastiche.

Nutrizione


ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito/app sono presentate a solo scopo informativo ed in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di determinati alimenti o ricette, si consiglia di contattare il proprio medico.


Sana Cucina è un progetto di Embory ltd - London. Sito e app a cura di DM Digital

Copyright © 2017 Cookies & Privacy Policy